Titolo: "WSN 2013" Tipo: MILSIM 24h
Data: 16/17 Feb 2013 A cura di: Wildbirds Bologna
In una galassia lontana lontana, tanto tempo fa, in una città dal nome dimenticato di...Usogorsk, Repubblica dei Komi, Russia centrale.

Due Leader, due spregiudicati individui, ordiscono un piano per sconvolgere la già fragile situazione mondiale.

Il primo è un noto terrorista, Ceceno di nascita, ha visto la guerra distruggere il proprio paese, ha visto devastate le proprie città dal maglio implacabile delle forze Russe, migliaia di vittime, parenti e amici, ridotti in cenere dalla volontà della lontana Mosca, per anni ha covato odio e piani di vendetta..ed ora ha la possibilità di compierla.

Il suo nome è Igor Basayef chiamato "Tiranno".

Il secondo è uno dei nuovi oligarchi Russi che, con spregio della situazione interna, ha agito per anni come uno squalo, arricchendosi e dilapidando fortune in donne, lussi e ricchezze di ogni genere, per poi infine, annoiato e deluso dal mondo, spingersi ben oltre ad i suoi limiti... La sua figura, già idolatrata dalla massa, diventa il modello di centinaia di giovani, quando, in apparente ravvedimento dalla sua vita dissoluta, devolve parte del suo patrimonio per un progetto di comunità per giovani, nella lontana Repubblica dei Komi. Là, lontano dalla dissoluta società moderna, essi potranno trovare la pace, la serenità, la gioia di vivere..insomma una moderna visione del comunismo spirituale... La cosa sembra convincere persino i potenti di mosca, ma in realtà, tutto è un piano dentro ad altri piani.

Il suo nome è Arkadi SImonov.

Simonov, ha messo le mani, nel vicino Poligono di Usogorsk, di alcuni vecchi depositi e laboratori chimici dell'era guerra fredda, dove l'armata Rossa effettuava test su armi biologiche e batteriologiche, armi che ormai sono state bandite. Simonov decide di investire parecchi milioni di dollari nel progetto di un'arma chimica, la Tacita notte, un gas virale in grado di sconvolgere il carattere e l'atteggiamento dei soggetti a tal punto da togliergli la voglia di combattere. Ormai abbandonata, quest'arma è diviene presto un prodotto delle industrie Simonov: viene modificata, potenziata e resa più stabile e, soprattutto, sfruttabile in un contesto piu ampio, in grado di affievolire ogni desiderio violento di una intera nazione, se somministrata in cibo e bevande, poco per volta, oppure se lanciata in grandi quantità in atmosfera, in grado di mutare atteggiamento e il comportamento di soldati schierati in un fronte di guerra, facendogli passare ogni voglia di combattere.

L'SDV quindi diventa l'arma perfetta per Igor di vendicarsi contro la Russia, irrorare le truppe in Cecenia per farle scatenare contro se stesse, ma ci vorrà tempo e molto danaro, Simonov ne è provvisto, ma vuole il suo tornaconto, quindi convince Igor a vendere a molti altri interessati al SDV, Nordcorea, Iran e ironia della sorte..USA, che attraverso l'"Agenzia" si dimostra da subito interessata al acquisto del intera produzione.

Ma qui dopo qualche mese di lavorazione capita il primo ostacolo, Igor viene ferito in un conflitto a fuoco a Leri, nella nota centrale nucleare Cecena, suo figlio viene arrestato, durante una delle piu audaci operazioni che i due hanno concepito, il rapimento di tecnici occidentali del AIEA, venuti a sigillare la centrale, l'intervento di un contingente NATO rovina il piano, e getta l'esercito di Igor nel panico, per quanto i reparti NATO subiscano forti perdite, ad opera di PMC segretamente pagati da Simonov, i tecnici sfuggono e il disastro colpisce Igor, incitandolo a vendicarsi della NATO.

Giunge infine il momento di stendere la sua Rete, Simonov incarica la sua migliore e piu suadente Spia, Natasha Ivanova sergutzin, Donna dalla vita sentimentale travagliata Moglie del ultimo Comandante del Poligono di Usogorsk, è colei che ha segretamente passato i file dei contenuti dei magazzini, a Simonov, e che ne ha aiutato l'ascesa, nel area, depistando il locale comando GRU.

Organizza la sua cattura ad opera di agenti locali, dopo aver lanciato la sua esca a ufficiali NATO, oltre cortina, che avendo avuto rapporti con il Comandante Russo, conosce bene, al Centro per i rapporti NATO CSI di Bruxelles, tutte persone che con la dovuta leva, avrebbero mosso gli ingranaggi che servivano.

Nel tempo che Igor giocava alla guerra con i Russi, Simonov aveva raccolto decine di giovani disperati occidentali, selezionando appositamente elementi imparentati con ufficiali NATO, la cosa era stata ben orchestrata, innocue Comunità pacifiche e spirituali, che male potevano generare..se non che alcuni giovani furono riportati a forza nelle loro famiglie da legali e atti giudiziari, la cosa poteva venire utile, se non fosse che l'interruzione della somministrazione del SDV generava un caos emotivo nel soggetto, spingendolo ad atti violenti e suicidi, ci furono scuole bruciate, condomini fatti saltare, l'attenzione dei media fece il resto, Mosca volle porre un freno ad i test, troppi rischi di essere coinvolti, mentre i compratori, vedevano ormai i prodotto ormai pronto al acquisto.

L'esca di Natasha colpi appieno, gli ufficiali NATO erano contattati e ormai irretiti dalla situazione dei loro giovani, la cattura di Natasha e la conseguente interruzione delle info, generò il resto, amicizie e colleghi furono immediatamente coinvolti dagli Ufficiali..la macchina era in moto..